Segnalazioni: ottiche e acustiche

AvatarDiFabio Gangemi

Segnalazioni: ottiche e acustiche

Introduzione

In tutti gli ambienti (fabbriche, ospedali, uffici, scuole, ecc…) c’è la necessità di segnalare i pericoli, fornire delle indicazioni velocemente e utili al fine di attirare l’attenzione oppure al fine che gli operatori, le persone, seguano obbligatoriamente determinate procedure.

Per fare questo sono stati adottati diversi metodi, alcuni utilizzano i colori come mezzi di segnalazione, altri invece i suoni. 

Codifica Colori

Il colore è uno dei mezzi più efficaci per attirare l’attenzione.

A colori diversi corrisponde un significato specifico.

I colori usati per le segnalazioni devono essere facilmente identificabili e distinguibili dal colore di sfondo.

L’uso di determinati colori deve essere riservato ad applicazioni che implicano la sicurezza.

I colori che vengono usati per i dispositivi indicatori e degli attuatori sono i seguenti:
rosso, giallo, verde, blu, nero, grigio, bianco.

Il significato dei vari colori sono indicati nella tabella seguente

Significato dei colori norme CEI

Nota: Anche nel caso in cui l’informazione viene trasmessa attraverso dispositivi come tablet, smartphone, pannelli touch screen, display, i significati dei colori attribuiti alla sicurezza devono rimanere gli stessi e i colori di quest’ultimi devono essere messi in evidenza.

Al fine di attirare maggiormente l’attenzione delle persone, un’informazione ausiliaria può essere realizzata con l’intermittenza. Maggiore è la frequenza del lampeggio più alta è la priorità del messaggio.

Dispositivi indicatori

I dispositivi indicatori possono essere impiegati per:

  • Fornire un’informazione dello stato dei vari elementi presenti in un sistema;
  • Per confermare il risultato di un comando;
  • Per attirare l’attenzione dell’operatore;
  • Per segnalare eventuali condizioni anormali;
  • Per indicare come eseguire una determinata operazione.

Di seguito riporto una tabella che indica il significato dei colori nel caso di dispositivi riguardanti la sicurezza:

Significato dei colori dei dispositivi indicatori relativi alla sicurezza delle persone, dei beni, dell’ambiente

Di seguito riporto una tabella che indica il significato dei colori nel caso di dispositivi riguardanti la condizione di un processo:

Significato dei colori dei dispositivi indicatori relativi alla condizione di un processo

Di seguito riporto una tabella che indica il significato dei colori nel caso di dispositivi riguardanti lo stato delle apparecchiature:

Significato dei colori preferenziali per dispositivi indicatori relativi allo stato dell’apparecchiatura

Di seguito una tabella che indica in linea generale il significato dei colori dei pulsanti e dei selettori :

Significato generale dei colori, dei pulsanti e dei selettori

Attuatori

  1. Attuatori non luminosi
    Per gli attuatori (pulsanti, selettori, interruttori, relè, ecc…) i significati dei colori sono indicati nella seguente tabella:

Significato generale dei colori, dei pulsanti e dei selettori

  1. Attuatori per emergenze
    Il colore utilizzato per gli attuatori ARRESTO/DISINZERZIONE di emergenza deve essere ROSSO

  2. Attuatori di ARRESTO/DISINZERZIONE (STOP/OFF)
    Per gli attuatori di ARRESTO/DISINZERZIONE i colori indicati sono BIANCO/GRIGIO/NERO, con una preferenza per il NERO. Anche il ROSSO è ammesso. Mentre invece il verde non deve essere utilizzato.

  3. Attuatori di AVVIAMENTO/INSERZIONE (START/ON)
    Per gli attuatori di AVVIAMENTO/INSERZIONE che provocano la messa in moto dell’apparecchiatura i colori indicati sono BIANCO/GRIGIO/NERO, con una preferenza per il BIANCO. È Ammesso il VERDE. Non si deve utilizzare il ROSSO.

  4. Attuatori di RIPRISTINO
    Gli attuatori di RIPRISTINO (utilizzati con i relè di protezione) devono essere di colore BLU, BIANCO, GRIGIO o NERO. Se gli attuatori di RIPRISTINO agiscono come attuatori di ARRESTO/DISINZERZIONE (STOP/OFF) i colori utilizzati devono essere gli stessi degli attuatori di ARRESTO/DISINZERZIONE (STOP/OFF).

  5. Attuatori Luminosi
    Per quanto riguarda gli attuatori luminosi valgono in linea generale le stesse regole relative agli attuatori che segnalatori. In caso di difficoltà di scelta si userà il bianco, neutro.

Nota: Quando i colori BIANCO e NERO sono utilizzati per distinguere gli attuatori di AVVIAMENTO/INSERZIONE e ARRESTO/DISINZERZIONE, allora il BIANCO deve essere utilizzato per gli attuatori di AVVIAMENTO/INSERZIONE e il colore NERO deve essere usato per gli attuatori di ARRESTO/DISINZERZIONE.

Pulsanti

Ogni pulsante deve essere dotato di una targhetta con l’indicazione letterale oppure di un segno grafico relativo alla funzione svolta. I colori dei pulsanti devono rispettare quanto più possibile le disposizioni delle norme CEI. Il rispetto delle norme permette anche in assenza di eventuali targhette identificative di capire quale funzione svolge un determinato pulsante. I segni grafici di più frequente uso per la marchiatura dei pulsanti sono riportati nella tabella seguente:

Segni grafici per la marcatura dei pulsanti

Di seguito un’immagine relativa ad un quadro elettrico dove attraverso delle spie luminose di colore rosso viene indicata la presenza di alimentazione (corrente/tensione) nel circuito:

Segnlazione ottica presenza alimenazione

Di seguito una tabella per la codifica dei colori per ausiliari di comando e segnalazione:

Codifica dei colori per ausiliari di comando e segnalazione.

 

Lampade di segnalazione

Le lampade sono degli ottimi dispositivi di segnalazione, infatti attraverso lampade di colore diverso (rosso, giallo, verde, ecc..) è possibile fornire immediatamente delle indicazioni visive utili ad attirare l’attenzione, trasmettere un messaggio o comprendere lo stato dell’impianto.

Segnalatori acustici

I segnalatori acustici (sirene, ronzatori, ecc…) possono essere utilizzati per sottolineare ancora di più l’importanza di un eventuale stato di emergenza di un impianto. È chiaro che i rumori dell’ambiente non devono coprire il segnale acustico, il quale deve essere ovviamente diverso dall’eventuale segnale di evacuazione dell’ambiente di lavoro.

Segnalatori acustici e luminosi

Questo tipo di dispositivi racchiude, solitamente in un unico componente, sia una lampada di segnalazione che un dispositivo acustico.

Conclusioni

Attraverso l’uso dei colori e dei suoni possiamo trasmettere dei messaggi utili per comunicare con le persone che si trovano in un certo ambiente.

Attraverso “lampade di segnalazione” possiamo indicare se una determinata apparecchiatura, è in moto oppure no, se c’è qualche anomalia, oppure se c’è un’emergenza.

In base alla tipologia di impianto elettrico che si andrà a realizzare si potrebbe decidere contemporaneamente di fare uso di segnalatori acustici e luminosi.

La segnalazione visiva e acustica diventa molto importante soprattutto per quanto riguarda la sicurezza.

Segnalare correttamente eventuali pericoli permette alle persone che operano in determinati ambienti di muoversi in tutta tranquillità ed evitare di farsi male.

Le lampade di segnalazione se ben utilizzate possono anche aiutare a rintracciare facilmente i guasti.

Nella rappresentazione grafica di un impianto elettrico è opportuno indicare attraverso la codifica dei colori (RD,GN,YE, ecc…) il colore corretto da assegnere a un ausilire di comando o ad una lampada di segnalazione.

Se avete suggerimenti utili da proporre, per quanto riguarda le segnalazioni ottiche o acustiche non esitate a mettervi in contatto. Vedrò di pubblicare quanto da voi inviato.

Info sull'autore

Avatar

Fabio Gangemi administrator

Docente a contratto presso MIUR, Project Manager presso Osticket.it. Collaboro con diversi professionisti per divulgare articoli, informazioni utili, riguardanti la tecnologia e il suo buon uso.

You must be logged in to post a comment.