Archivio delle categorie Sicurezza

DiFabio

Kaspersky Internet Security e i siti web inaccessibili, ecco come risolvere

Molti utenti che utilizzano come me l’antivirus Kaspersky Internet Security per proteggere i loro computer da virus e malware vario, stanno segnalando in questi giorni l’impossibilità di poter accedere ad alcuni siti web fra i quali Gmail, Google, WordPress e molti altri.

Come i tanti utilizzatori di quello che ritengo da sempre il miglior antivirus in assoluto anche io mi sono imbattuto in questo problema.

All’inizio ho subito pensato che il mio pc fosse infetto attivandomi immediatamente per capire cosa fosse e come risolvere. Per fortuna non è cosi nessun virus ha danneggiato il PC ma basta solamente eseguire una semplice procedura per risolvere. Di seguito vi riporto la soluzione da me adottata:

Disinstallate l’antivirus mantenendo solamente le informazioni sulla licenza. Non preoccupatevi durante la procedura disinstallazione sarà l’antivirus stesso a chiedervi cosa volete mantenere.

Kaspersky Internet Security e i siti web inaccessibili, ecco come risolvere.

A disinstallazione effettuata riavviate il PC, scaricate dal sito Kaspersky la versione aggiornata di Kaspersky Internet Security, attualmente la 2019.

Installate la versione appena scaricata, impostate nuovamente protezione anti banner, componenti aggiuntivi per il browser.

Fatto questo adesso provate nuovamente a navigare su quei siti che prima vi risultavano inaccessibili e vedrete che tutto funziona correttamente. Problema sembra essere risolto.

Non so se questa soluzione possa essere adottata anche da voi o se con i futuri aggiornamenti magari si ripresenterà problema dei siti web inaccessibili ma per adesso stiamo tranquilli.

Possiamo navigare senza pensieri.

Provateci anche voi e fatemi sapere se siete riusciti a risolvere la questione dei siti web inaccessibili causata da Kaspersky Internet Security.

DiFabio

Il Virus che trasforma le cartelle in collegamenti.

Alcuni colleghi in questi giorni mi hanno chiesto disperatamente aiuto in quanto le loro PenDrive da qualche settimana a questa parte sembrano essere completamente impazzite.

Non vengono più lette correttamente, sono diventate lentissime, stranamente i file presenti all’interno si sono trasformati tutti in collegamenti e ogni qualvolta si cerca di aprire uno degli stessi appaiono per qualche istante delle finestre sospette. Come se si avviassero programmi all’insaputa dell’utente.

Il tutto fin da subito mi ha fatto pensare ad un virus e cosi visto che il mio notebook  provvisto di antivirus originale, “Kaspersky Internet Security” (Per me il miglior antivirus in circolazione) inserisco una di queste pendrive nel mio notebook e all’istante l’antivirus comincia a rilevare minacce. Pochi minuti e la pendrive viene disinfettata.

Perfetto!! Virus eliminati!!

Usb Removal Tool

Nonostante tutto però le icone delle varie cartelle e file rimangono danneggiate, si comportano ancora come se fossero dei collegamenti. A questo punto per sistemare e risolvere questo ulteriore inghippo faccio qualche ricerca sul web e dopo diversi tentativi trovo un tools che fa proprio al caso nostro.

Ripara USB

Lo stesso è molto semplice da usare, basta avviare il programma e indicare la lettera della pendrive da riparare e cliccare su ripara. Pochi secondi e il problema viene risolto.

RiparaUSB è disponibile in due versioni, una da installare e un’altra che non ha bisogno di essere installata.

Ripara USB Versione da installare

Ripara USB Versione portable

A questo punto visto che tutti i colleghi dell’ufficio utilizzano lo stesso pc per stampare documenti vari i miei sospetti ricadono su quest’ultimo.

Al fine di togliermi definitivamente ogni dubbio avvio installo e tento attraverso “Kaspersky Internet Security” la rimozione dei file infetti che avviene correttamente ma direi che nel mio caso vista la quantità di file infetti rilevati, visto anche il loro grado di pericolosità , per chiudere definitivamente i conti con questo malware, una bella formattazione e ripristino del sistema operativo sia d’obbligo.

Magari nel caso vostro se il pc non è troppo infetto, se le minacce rilevate non hanno un alto grado di pericolosità , potete saltare quest’ultimo passaggio anche se devo essere sincero personalmente su una macchina infetta ho paura a lavorarci, soprattutto se so che verranno digitati dati sensibili.

Bene, sperò con questa piccola guida, con le informazioni da me riportate, di essere stato di aiuto a quanti come me sono incappati in questo fastidioso problema.

In caso non riusciate a risolvere con quanto da me appena sopra descritto se avete bisogno non esitate a contattarmi. Se avete risolto in altro modo rispetto a quanto da me scritto condividete le vostre soluzioni, sarò ben lieto di pubblicarle e condividerle con tutti.

Contattaci