EccellenzeItaliane.com: La certificazione che vale fuffa.

Pubblicità ingannevole, pratiche commerciali scorrette, violazione dei diritti dei consumatori, Clausole vessatorie. Quello che sembrava un’opportunità per le aziende invece è una vera Bufala.
Febbraio 2015, come riportavo in una mia news, “Eccellenzeitaliane.com Bufala o vera opportunità per le aziende?”, alcuni miei clienti, aziende, tutti contenti di quanto stava accadendo loro, mi segnalavano di essere stati selezionati come “Eccellenza Italiana”.

In breve essendo stati selezionati come “eccellenza” avevano diritto ad una sorta di premio, un certificato che attestasse la loro “eccellenza” qualità, made in Italy e tante altre belle parole.

Fin qui sembra tutta una bella storia ma poi salta fuori che per poter ritirare, avere diritto a questo premio, bisogna pagare. Quanto non c’è scritto o riportato da nessuna parte.

Nulla di che, apprendiamo successivamente che le cifre da affrontare per avere il nostro premio, il “certificato di eccellenza” sono basse, con circa € 150,00 la propria azienda diventa una “eccellenza italiana certificata”. Fantastico no?!?! A fronte della spesa oltre al certificato rilasciato l’azienda eccellente avrà la propria presenza annuale sul sito eccellenzeitaliane.com

Dubbioso dell’iniziativa, come riportato nella precedente news faccio qualche ricerca per capire di cosa si tratta, soprattutto se sia utile o meno aderirvi e che tipo di visibilità si possa mai ottenere con 150€?!?!

Apro Google, visito qualche forum, faccio qualche domanda, e voilà salta fuori che dietro la stessa operano alcuni personaggi più o meno noti che da anni vivono e mettendo su truffe come questa per fare un mucchio di soldi sulla pelle dei malcapitati.

Fin da subito consiglio ai miei clienti di stare alla larga da questa iniziativa di investire i loro soldi in modo diverso, più profittevole. Avranno sicuramente più visibilità e potranno raggiungere più clienti attraverso iniziative di web marketing serie.

A novembre 2015 anche l’AGCM, “Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”, si era esperessa in merito. Il risultato? Una multa nei confronti delle aziende e delle persone coinvolte, e l’invito a sospendere l’attività in questione.



Messaggi pubblicitari ingannevoli diffusi via email, sito web, telefono. Pratica pubblicitaria aggressiva, sollecito di pagamenti per servizi inesistenti, di cui le aziende non avevano mai fatto richiesta, tutto questo era portato avanti da eccellenzeitaliane.com e da coloro che vi operavano dietro le quinte. Come se non bastasse inoltre era impossibile risalire alla sede aziendale, indirizzo relativo non era presente e non veniva indicato da nessuna parte.

Chi si è imbattuto in questa iniziativa, forse allettato dalle belle avance, dai complimenti vari elargiti dagli operatori, via email etc.. aderendo alla stessa non ha ottenuto nulla di che in quanto la certificazione rilasciata vale meno di niente, è solo fuffa!!

Molti sono gli utenti che ci sono cascati che ancora oggi non hanno capito che a decretare se un’azienda sia un’eccellenza o meno di certo non è un pezzo di carta o un certificato rilasciato da chissà quale ente.
Sono i clienti con il loro feedback personale, oltre quello rilasciato sui vari siti web, social network, dove l’azienda è presente, a decretare se un’azienda è un’eccellenza o meno.

Bisogna prendersi cura della propria visibilità sulla rete, essere presenti in quei siti web di facciata, a buon intenditore poche parole, non porta a nulla.

Qui di seguito vi riporto i dettagli riguardanti il “Provvedimento n. 25744” cosi che possiate leggere per esteso l’azione intrapresa da parte dell’AGCM.

Per il resto vi invito a stare lontani da iniziative come queste che promettono "regali a pagamento" ma non offrono servizi concreti.
  • Comments
  • Comments powered by Disqus