Il cliente: so tutto io.

Presuntuoso, arrogante, che pensa di fare tutto da se, che ti chiede un opinione, un consiglio e poi fa di testa sua.
Leggevo proprio in questi giorni diversi articoli riguardanti l’abbandono da parte di Microsoft del supporto a Windows XP e con piacevole sorpresa (per me non più di tanto) scopro che chi lascia il caro amato e vecchio sistema operativo punta direttamente su Windows 7 e non su l’ultima creatura di casa Microsoft, Windows 8.

Essendo un tecnico informatico, da tempo, già dalle prime versioni di Windows 8, senza entrare nei dettagli tecnici, immaginavo questo scenario. Sapevo che se si voleva una macchina da lavoro performante, affidabile, compatibile con la maggior parte dei programmi attuali e futuri, Windows 7 sarebbe stata la soluzione più giusta.

Tempo fa mi sono ritrovato a scontrarmi con diversi Clienti i quali pur di far valere le loro ragioni, basate più sulla presunzione, o non so su quale arcano mistero, pretendono solo perché ti pagano di dover fare come dicono loro, anche se è sbagliato.

Le conseguenze a volte sono devastanti in ambito lavorativo, oltre che personale, perché se rifiuti un lavoro che sai che non puoi fare o che verrà fatto male, oltre a non essere dovutamente retribuito, passi magari anche per incompetente, peggio ancora se lavori come dipendente in un’azienda dove il tuo capo ti costringe a fare i salti mortali per far funzionare come dice lui una determinata cosa, e poi dopo qualche settimana dopo svariati tentativi, prove, test, molto tempo perso devi arrenderti all’evidenza dei fatti, “la cosa non è fattibile” e ti tocca passare ancora una volta per incapace oltre che magari a essere umiliato.

Capita anche a voi di incontrare gente cosi?
Clienti che per la maggior parte delle volte cercano di rubarti un’idea, che raramente ti chiedono un consiglio, un’opinione, ma poi come non detto fanno di testa loro?

Io la vedo un po’ come un Malato che va dal dottore, il quale quest’ultimo dopo aver fatto la visita prescrive una determinata cura, dicendo :
Devi prendere la pillola “XY” a tale ora e seguire queste indicazioni, e poi ti ritrovi a sentirti dire dal malato io preferisco prendere la pillola “Z” …

Mi chiedo ma sono io che do i numeri ho certa gente è fusa!?!?
Voi come trattate questa gente?!?

Sarei curioso di sapere le vostre esperienze, e in che campo vi siete trovati in situazioni simili?

Lasciate di seguito i vostri commenti mi fa piacere uno scambio di opinioni, pareri in merito.

Categorie News